Spore di Ganoderma Lucidum ecco perchè

Buongiorno a tutti , oggi vorrei mettere alla vostra attenzione un attento studio sulle Spore di Ganoderma Lucidum e  l’importanza dei Triterpeni/Terpeni che esse contengono.

Da non molto tempo  una serie di triterpeni (Triterpenoidi) sono stati isolati dalle  spore di Ganoderma Lucidum ed hanno attirato l’attenzione di Farmacisti, Medici e Chimici   . L’obiettivo di questa revisione è stata quella di riassumere i triterpenoidi e le  loro bioattività dalle Spore di Ganoderma Lucidum . Sono state selezionate le letterature chimiche e biologiche relative all’analisi e bioattività strutturale delle spore di Ganoderma . Triterpeni isolati dalle spore  hanno mostrato significativamente funzioni anti- HIV – proteasi , anti  tumorali  e attività di anti complemento . I Triterpeni sono i principali costituenti attivi delle Spore di Ganoderma e mostrano varie bioattività per il suo uso medicinale .

 


ganoderma lucidum spore

Le Spore di Ganoderma sono cellule riproduttive del fungo che vengono  espulse dal cappello del Reishi  dopo che i corpi fruttiferi raggiungono la maturazione. Negli ultimi anni, con lo sviluppo della raccolta delle spore e della tecnologia di rottura usata ,chiamata Spore Broken , e degli  strumenti di analisi moderni, hanno  fatto si che ci sono stati grandi progressi in materia ,aumentando effettivamente gli effetti farmacologici e i meccanismi di azione del Reishi . Inoltre, un numero crescente di pubblicazioni su riviste  internazionali  suggeriscono le bioattività importanti delle spore di ganoderma. 

Allo stato attuale, le costituenti chimiche e bioattive del Ganoderma Lucidum sono state completamente studiate, e i triterpeni sono i più importanti principi attivi per i suoi numerosi usi farmacologici. Fino ad oggi, più di 150 triterpeni sono stati identificati nel Reishi  e rappresentano cinque principali classi strutturali . Grazie a recenti progressi nelle moderne tecniche spettroscopiche e spettrometriche, una serie di triterpeni  sono stati isolati dalle spore ,essi hanno la stessa via biosintetica, vale a dire quella  dell’acido mevalonico, sono stati trasformati anche per ossidazione, riduzione, deacidificazione, ciclizzazione o riarrangiamento, generando  vari tipi di triterpeni  all’interno delle spore.

Ganoderma Lucidum Triterpeni

Cinque triterpeni sono stati isolati ,sulla base delle proprietà chimiche e dati spettrali, L’ acido ganopsoreric A (1), l’acido Ganodermico B (2), C1 Acido ganoderico (3 ), Acido ganoderico E (4) e ganodermanontriol (5), rispettivamente. Esperimenti farmacologici hanno dimostrato che l’acido ganopsoreric A aveva un’attività di abbassamento dei  livelli di GTP nei topi con il fegato danneggiato da CCl4 e Gani [10]. Due nuovi triterpenoidi pentaciclici, denominati ganosporelactone A (6) e B (7) sono stati isolati dalle spore Ganoderma Lucidum , che possono essere biogeneticamente  derivate ​​dai lanostani attraverso la costruzione di C18 e C23 legame [11]. Due nuovi triterpeni lanostani tipo, lucidumol A (8) e acido β ganoderic (9), insieme con una nuova sostanza naturale il lucidumol B (10) e sette triterpeneni  noti, ganodermanondiol (11), ganoderiol F (12), Acido ganoderico A (13), acido ganolucidic A (14), e 2, 3, 5. Tra i composti isolati, composti 5, 10, 11 e 14 hanno mostrato una significativa attività anti  HIV .

Sei nuovi triterpeni lanostani tipo altamente ossigenate, chiamati γ Ganodermico acido (15), δ Acido ganoderico (16), ε Acido ganoderico (17), ξ Acido ganoderico (18), η Acido ganoderico (19), θ Acido ganoderico (20 ), insieme con l’acido D ganolucidic (21) e C2 Acido ganoderico (22) sono stati isolati nelle Spore di Ganoderma. La citotossicità dei composti 15-21 è stata effettuata in vitro contro LLC linee cellulari tumorali [13] Meth-A e. Una nuova terpenoidi C27 altamente ossigenato, acido lucidenic SP1 (23), è stato isolato da una frazione solubile di CHCl3 Le Spore di Ganoderma insieme ad undici triterpeni,Acido ganoderico C6 (24), Acido ganoderico G (25), e 2 , 3, 5, 8, 9, 11, 12, 13, 14. Questi dodici composti sono stati studiati in vitro per la loro attività anti complementare.

Mie Conclusioni :

Come ho sempre detto e come sto appurando su me stessa, la principale fonte di beneficio che proviene  dal Ganoderma Lucidum sono niente d’altro che le spore, non i caffè,the o integratori di sostanze miste con dentro piccole dosi di Reishi in micelio, vi basta solo pensare che per avere 1 kg di spore sono necessari circa 1.000 funghi, questo giustifica  il prezzo elevato  delle spore ma poi il beneficio ottenuto in termini salutistici e di costi è solo un vantaggio ottenuto; piccola nota, i costi delle spore dipendono dalla qualità di esse , ma vi assicuro che non vi è tanta differenza di prezzo tra le spore e i vari dubbi integratori di Reishi, fatevi le vostre considerazioni e valutate cosa è meglio per voi acquistare.

A presto

Lucy 🙂

Fonte :

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3271404/

 

Referenze sugli studi :

1. Bojana B, Marin B, Zhang JS, et al. Ganoderma Lucidum and its pharmaceutically active compounds.Biotech Ann Rev. 2007;13:265–301. [PubMed]
2. Jong SC, Birmingham JM. Medicinal benefits of the mushroom Ganoderma. Adv Appl Microbiol.1992;37:101–134. [PubMed]
3. Lin ZB, Wang PY. The pharmacological study of Ganoderma spores and their active compounds. J Peking Univ (Health Sciences) 2006;38(5):541–547. [PubMed]
4. Zhang W, Zeng YS. Progress on the spores of Ganoderma Lucidum. J Chin Intergr Med. 2004;2(6):463–465.
5. Chen RY, Yu DQ. Progress on triterpenoids of Ganoderma Lucidum. Acta Pharm Sin. 1990;25(12):940–953. [PubMed]
6. Luo J, Lin ZB. Advances of pharmacological effects of triterpenes from Ganoderma Lucidum. Acta Pharm Sin. 2002;37(7):574–578. [PubMed]
7. Qiao Y, Yang YK, Dong XC, et al. 13C NMR chemical shifts of Ganoderma triterpenoids: a meta-analysis. Chin J Mag Res. 2005;22(4):437–456.
8. Cheng CR, Yue QX, Wu ZY, et al. Cytotoxic triterpenoids from Ganoderma Lucidum. Phytochemistry.2010;71:1579–1585. [PubMed]
9. Hou CY, Sun YT, Yan L, et al. Studies on the chemical constituents of the spores from Ganoderma Lucidum. Acta Bot Sin. 1988;30(1):66–70.
10. Chen RY, Yu DQ. Studies on the triterpenoid constituents of the spores of Ganoderma Lucidum Karst.J Chine Pharm Sci. 1993;2(2):91–96.
11. Chen RY, Yu DQ. Application of 2D NMR techniques in the structure determination of ganosporelactone A and B. Acta Pharm Sin. 1991;26(6):430–436. [PubMed]
12. Min BS, Nakamura N, Miyashiro H, et al. Triterpenes from the spores of Ganoderma Lucidum and their inhibitory activity against HIV-1 protease. Chem Pharm Bull. 1998;46(10):1607–1612. [PubMed]
13. Min BS, Gao JJ, Nakamura N, et al. Triterpenes from the spores of Ganoderma Lucidum and their cytotoxicity against meth-A and LLC tumor cells. Chem Pharm Bull. 1998;48(7):1026–1033. [PubMed]
14. Min BS, Gao JJ, Hattori M, et al. Anticomplement activity of triterpenoids from the spores of Ganoderma Lucidum. Planta Med. 2001;67:811–814. [PubMed]
15. Zhang CR, Yang SP, Yue JM. Sterols and triterpenoids from the spores of Ganoderma Lucidum. Nat Prod Res. 2008;22(13):1137–1142. [PubMed]
16. Zhang XQ, Pang GL, Cheng Y, et al. Chemical constituents of the spores of Ganoderma Lucidum. J Chin Med Mat. 2008;31(1):41–44. [PubMed]
17. Liu GT, Bao X, Niu S, et al. Some pharmacological actions of the spores of Ganoderma lucidum and the mycelium of Ganoderma capense (Lloyd) Teng cultivated by submerged fermentation. Chin Med J.1979;92:469–500. [PubMed]
18. Liu QY, Sartippour MR, Brooks MN, et al. Ganoderma lucidum spore extract inhibits endothelial and breast cancer cells in vitro. Oncol Rep. 2004;12:659–662. [PubMed]
19. Zhu HS, Yang XL, Wang LB, et al. Effects of extracts from sporoderm-broken spores of Ganoderma lucidum on Hela cells. Cell Bio Toxicol. 2006;16:201–206. [PubMed]
20. Ma L, Wu F, Chen RY. Analysis of triterpene constituents from Ganoderma lucidum. Acta Pharm Sin.2003;38:50–52.
21. Sliva D, Sedlak M, Slivova V, et al. Biologic activity of spores and dried powder from Ganoderma lucidum for the inhibition of highly invasive human breast and prostate cancer cells. J Altern Comple Med.2003;9:491–497. [PubMed]

26 Comments

  1. Francy De Vecchio

    Interessante articolo Lucia , grazie della condivisione , mi farò una ricerca più approfondita sulle spore.

    • Grazie a te Francy , se vuoi un consiglio fatti un giro sui siti web stranieri 😉

  2. Valentina

    Condivido appieno l’ articolo , senza ombra di dubbio gli effetti benefici del Ganoderma li si hanno solo dalle spore.

  3. Alberto

    Interessante .

    • Continua a seguirmi Alberto , condividi i miei articoli per favore 😀

      • Cara Lucia Lucy, fa tanto Linus, sono molto contento di avere fatto la conoscenza di questo Blog. Sento, purtroppo, molto astio da parti di coloro i quali operano in un’azienda che sta perdendo dei grossi colpi. Sono nato nel settore chimico e anche se non molto pratico della parte organica riesco a capire dove si trovi o meno la qualità. Non me ne vogliano lorsignori ma in quell’azienda ci sono stato e, appena capito alcune cose, ne sono uscito. Assumo Ganoderma da più di 8 mesi in dosi elevate g.3 pro die e i risultati li sento e li vedono i miei familiari ed amici. Sono Diabetico I.D. ed ho ridotto del 25% l’insulina.la polineuro patia mi permetteva di camminare solo con l’uso del bastone che non uso più. Ho perso la pelle sotto le dita del piede sinistro. All’ospedale San Paolo mi avevano dato una prognosi di 4 mesi per potere tornare a camminare normalmente. dopo 2 mesi ero quasi guarito del tutto per la quantità di germanio organico che ossigenando il sangue ha aiutato le piastrine a fare il loro lavoro.avevo perso le capacità mnemoniche a breve che sono in parte ritornate. in totale. dicano ciò che meglio credono . il Reishi con me è stata una meraviglisa panacea

  4. ciao io lo uso da settembre meglio dire noi in famiglia lo usiamo volevo sapere qualcosa in più sulla tiroide autoimmune devo fare le analisi vediamo se ha messo a posto un po’ i valori grazie lucia

    • Ciao Lucia, grazie dell’intervento, per quanto riguarda la tiroide autoimmune l’unica cosa che ti consiglio è di rivolgerti ad uno specialista del settore per fare tutte le indagine del caso, sicuramente le spore di ganoderma possono aiutarti a regolarizzare i diversi valori, ma trattandosi di una malattia cronica che si porta avanti per tutta la vita se diagnosticata, uno specialista endocrinologo ti sa mettere sulla strada giusta.
      Grazie e a preso ^^

  5. Roberta Didero

    Condivido appieno quanto scritto in questo post,non fatevi truffare con prodotti che sono poveri di sostanza , guardate sempre bene il contenuto di spore.

  6. Giorgio Gabasio

    I Triterpeni contenuti nelle spore, sono quelli che hanno più funzionalità di tutto il fungo,scegliete bene i prodotti che hanno un Alta %. Garantiti ottimi risultati

  7. Domenico

    Posso dire che i soldi sono ben spesi per questo genere di prodotti 😀

  8. Come faccio a sapere se ci sono spore nel prodotto che sto prendendo grazie

    • Ciao Lucia, Basta controllare l’ etichetta 😀 e assicurarsi che ci sia Scritto : ” Ganoderma Lucidum Spore Powder Broken Shell”

  9. Il meglio del Reishi viene solo dalle spore.

  10. Rachele

    VIVA le spore , sono anni che le uso ormai e sono super soddisfatta 😀 😀 altro che i caffè e balle simili

  11. Antony MC

    Complimenti per il Blog Lucia, molto semplice,intuitivo e di veloce navigazione e lettura, grazie per condividere queste conoscenze con noi,sono anni che compro spore in polvere da prendere con l’acqua e devo dire che oltre stare sempre bene e non ammalarmi mai , ho risolto un sacco di malanni , tra cui colesterolo e ipertensione 😉
    Comprate spore lasciate perdere le bevande al Ganoderma che non servono a nulla.
    Un saluto a tutti
    Antony

  12. Gabriele Micologia

    Le spore sono la parte del fungo più importanti in assoluto

  13. Roberto Serravalle

    No Spore No Party

  14. Personalmente ho risolto da vari mesi dei problemi legati al sonno e alla stanchezza bevendo del caffè arricchito con ganoderma.

  15. Raffaele

    Salve, io ho una malattia ossea che mi porta un’accelerato turnover osseo. Ho letto che il ganoderma rallenta gli osteoclasti. Vorrei sapere a che livello ed a quali quantità. Sarebbe grandioso sostituirlo ai bifosfonati.

    Grazie

    • Ciao Raffaele ,
      Scusa il ritardo nel risponderti ma sono molto impegnata :(, il Reishi potresti provare ad usarlo come integrazione alle attuali cure che stai usando , quello che ti posso consigliare io , è di provare ad usare L’estratto di Ganoderma “Olio di Ganoderma” in quanto esso è molto più concentrato e biodisponibile delle normali capsule 🙂

  16. LUCIANO MELE

    Scusa se la domanda può sembrare banale ma volevo chiederti se le spore di ganoderma e il Reishi, ossia il ganoderma lucidum in compresse, sono la stessa cosa?Ti faccio questa domanda perchè un oncologo lo ha consigliato a mia madre x affiancare la chemio con un integratore.
    Grazie a presto

    • Ciao Luciano, scusa la tarda risposta ma sono stata impegnata 😀 , Quando acquisti un integratore al Ganoderma ( Reishi) se vi è scritto “spore” sono le spore …se vi è scritto solo Ganoderma si tratta del fungo tritato 😉

Trackbacks/Pingbacks

  1. Ganoderma Lucidum e Carcinoma Epatico : La storia di Marco Villa | Ganoderma Lucidum - […] Spore di Ganoderma Lucidum e la loro importanza […]
  2. I rimedi naturali contro l’acne - […] questo proposito Scopri i formidabili poteri delle spore del Ganoderma Lucidum clicca qui per conoscere le sue proprietà curative.…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Share This

Condividi Per Favore

Aiutami a Crescere per favore ^ ^ te ne sarei Grata ^ ^ Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Shares